LA VITA A 18 ANNI!

                         

Chi ha solo certezze spesso non ha altro e, se queste gli vengono meno, gli viene meno tutto: si sente sconfitto, e non di rado perde la forza di reagire. Se vorrai riuscire, riuscirai. Falliscono solo i velleitari, quelli che s’illudono di andar avanti, di ottenere risultati, tagliare traguardi e coronare sogni senza costanza. Niente ci è dato per niente. Ogni conquista, anche la più piccola, la più insignificante, esige uno sforzo. E’ così, e così dev’essere. Quello che otteniamo, se qualcosa otteniamo, con un colpo di fortuna, in virtù di una protezione o di una raccomandazione, non sarà duraturo se tale non lo renderemo con il nostro quotidiano impegno. Siamo davvero gli arbitri del nostro destino. Gli arbitri, i beneficiari o gli esclusi. Tu, finito il liceo, t’iscriverai all’Università e con la grinta che ti riconosci, e anche con la stravaganza (attento agli eccessi), diventerai un professionista. Da te, e solo da te, dipenderà se buono o grande. Tu punta al massimo, chiedi a te stesso più di quello che a se stessi chiedono gli altri. Gioca le tue carte al meglio, ma non proporti troppi obiettivi. Scegline uno per volta, e non lasciare nulla di intentato per raggiungerlo. “Non si volge chi a stella è fisso” diceva il sommo Leonardo. Non distrarti. Che non significa negarti agli svaghi della tua età, ai passatempi che, se non ti temprano, ti rilassano. Fai la tua vita, la vita di giovane, e non perdere mai la gioia di vivere, neanche nei momenti difficili, in quelli che sembrano togliertene il piacere. Sii risoluto, ma non imperioso; dolce, ma non arrendevole; ironico, ma non sarcastico; ottimista, ma non troppo sognatore; serio, ma non serioso; semplice, ma non sciatto; tollerante, ma non indifferente; buono, ma non buonista. Molti cercheranno di contrastarti, mossi dall’invidia, dalla gelosia o dalla cattiveria, ma tu tira diritto. Non scendere a compromessi e non subire ricatti. Le difficoltà non ti mancheranno, ma non ti verrà meno la forza per affrontarle. Capiterà anche a te, come è capitato a me, di avere la peggio, di ricevere immeritati rimproveri o di subire palesi ingiustizie. Metti quelli e queste nel conto e ribellati alla sorte maligna, memore di quel che diceva il mio maestro Seneca (fallo anche tuo): “La virtù senza le avversità marcisce”. Guardati dagli adulatori che ti lodano non perché ti ammirano e vogliono emularti, ma per solleticare la tua vanità e invischiarti nelle loro fatue e perfide spire. Ama le cose belle: la grande musica, la grande arte, i grandi scrittori e, nei momenti di sconforto, affidati anche alla natura, che ti stupisce con le sue prodigiose metamorfosi e ti turba con i suoi infiniti misteri, ma che mai t’ingannerà o ti tradirà. Non sentirti mai solo, soprattutto quando sei solo, ché le risorse dentro di noi sono inesauribili. Giudica gli altri per quello che sono, non per quello che sembrano. Per quello che fanno, non per quel che hanno o per quello che dicono. Riponi la tua fiducia solo in chi la merita, e fai di tutto per guadagnarti quella di chi stimi.

                        arcobaleno6.jpg

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a LA VITA A 18 ANNI!

  1. Salvatore ha detto:

    dolci parole ma ricordati sempre che quando ti cade il mondo addosso si vede la vera personalità nel reaggire e trovare la forza di andare avanti ciao salvo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...