L’equilibrio instabile

Avrei potuto stravolgere il mondo intero a costo di mettere ordine a quel caos che, ripetutamente, concedeva a sè la propria migliore manifestazione, il suo cavallo di battaglia. Quel passo a due, quel sapore acido per la pesantezza dei passi di qualcuno che si concede movimenti con uno slancio diverso rispetto al tuo. A volte, addirittura, non ce l’hanno proprio.
E allora, si cambia. Nel bene o nel male. Ma si cambia.
Si va via da quell’universo, intrufolandosi in uno tutto nuovo, anche solo per poco. Anche solo per una settimana.
Un inizio semplice per cominciare, perchè ne seguiranno tante altre ancora, e allora sarà tutto diverso.
Una settimana che non poteva risultare ancor più importante per una svolta significativa che mette in chiaro, continuamente, luci soffuse dal movimento di un equilibrio instabile.
E si trovano persone, si vivono momenti, si accompagnano i giorni con una leggerezza che sembra assurda, eppure c’è.
C’è e risulta meraviglioso quell’equilibrio appena accennato. Risulta magico quell’instabile gioco di sguardi, quei racconti concessi segretamente, quegli sfoghi fiduciosi. Quei momenti trascorsi in solitudine. Quelle improvvise aderenze di gioia nell’udire qualche simpatica parola. Quel vivere con sè e nessun altro, in compagnia di "sconosciuti" che ti sembra, però, di conoscere da tutt’una vita.
E allora volti pagina e capisci che la nuova ha un sapore nuovo, una fragranza gustosa…
Lasci perdere l’importanza sprecata ma, ugualmente, concessa ad un equilibrio la cui stabilità era solo illusoria.

 

“Ho cercato le parole da dirti per troppo tempo, ma non m’hai mai aiutata.

Le ho trovate e non m’hai ascoltata.

Ho cercato di farti capire troppe cose, ma hai fatto l’indifferente.

Ho tentato di metterti i fatti davanti agli occhi, ma tu li hai chiusi.

E ora fai da te!

Ora vivi, ma con cautela, perché se ti volti e non ci sarò, vorrà dire che, per me, sarà come se mi avessi cacciato via tu!”

E quindi aspettiamo un nuovo lunedì, una nuova settimana per quel nuovo viaggio nel futuro, per permettere a quello strano gioco di vite di incontrarsi ancora per fare il proprio corso. Il proprio dovere. Per andare avanti.
Per giungere, con cautela e col tempo, ad un equilibrio stabile!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

18 risposte a L’equilibrio instabile

  1. Danilo ha detto:

    Jè…i tuoi ritorni sono a dir poco sensazionali!!!
    Ma tu per caso mediti, accumoli, rifletti per 5 giorni e poi al sesto, il Sabato, vieni qui e lanci di getto le tue emozioni qui sul blog??
    Sei bravissima e usi parole dolcissime!!
    un bacio
    ..dani..

  2. SARA ha detto:

    il caro Dani ha proprio ragione….e sai che ti dico? Leggendo questo post sai cosa noto? Che non sei più la mia dolce piccolè di qualche mese fa….nelle tue parole si nota la crescita, finalmente il tuo lasciarti andare e cullare dalle sorprese di una "vita" nuova, perchè nel bene o nel male dal confronto con altre persone (sta frequentando l’università no??!!!) c’è sempre da imparare ed una persone splendida come te riesce sempre a cogliere il meglio…si legge da quanto scrivi..ti abbraccio, mi sei mancata….sereno week

  3. Roberto ha detto:

    E poi dicono che i ventenni di oggi non hanno niente da dire…….mah….non mi sembra proprio!!!
     
    Ciao Je baci e buon fine settimana!!

  4. тєαтιиα ha detto:

    Io più che un equilibrio instabile, vivo spesso unìinstabilità equilibrata. E’ molto difficile raggiungere uno stabile equilibrio e semmai ci si riesce, accade quasi sempre qualcosa che lo destabilizza nuovamente. Perdona la mia vena leopardiana, ma al momento non oso metabolizzare di meglio… -_-"Bacini, Jessy.. :* :*

  5. Roberta ha detto:

    come sempre hai ragione!!!!ogni giorno è un nuovo gorno e ,ogni giorno è diverso dall’altro,vivi come se dovessi morire oggi e pensa come se non dovessi morire mai….non è mia ma credo in questo detto un bacione stellina ….

  6. Max ha detto:

    Wow! Se qesto è il tuo modo di augurarci un buon fine settimana, be…. non so davvero cosa risponderti.
    Sei decisamente disarmante! Quoto pienamente quell che ha detto dani.
    Buon week-end 

  7. Jerry ha detto:

    Per sperare di giungere, con cautela e col tempo, ad un equilibrio stabile!…;)

  8. Marcello ha detto:

    🙂

  9. Principessa ha detto:

    ci sono equilibri ed equilibri…. quando raggiungi la stabilità dopo un lungo lavoro arriverà sempre il momento in cui anche per pochi attimi traballerà ancora.. si chiamano emozioni… si chiama vita.. un bacio dolcissima
     

  10. Cà.. ha detto:

    lo strano gioco di vite..che bello vedere il fiume che sfocia nel mare ed immaginare il suo impervio percorso per arrivare fino a qui..
    ora sei in vaggio..ti auguro di trovare il mare
    un bacio
    Cà.

  11. Stephan ha detto:

    Ciao….bentornata….azz quanto hai scritto….e da cosa leggo è anke un capitolo kiuso…beh io non amo molto il lunedì,…..ma ti auguro un fantastico lunedì e un nuovo viaggio….nel tuo nuovo sentiero…..
     
    Ma prima !!!!!! Una serena Domenica🙂 ciao ciaoooooooo

  12. martinina ha detto:

    Beh io concordo con sara e dani totalmente…

  13. La iℓa ha detto:

    ..sento risuonare forti in me, nel mio recente passato, le tue parole..
    ..sei forte, e sei vera. Ti ammiro.
    Buona fortuna.
    Un abbraccio.
    ila

  14. Silvya ha detto:

    Esagerata😄
    Non ho scritto nulla di che..
    Grazie comunque😄
     
    L’equilibrio è sempre precario..purtroppo!
    Buona domenica Jess ^__^
     

  15. Anto ha detto:

    ciao carissima… sto passando un periodo particolare: oggi ho risolto una ituazione che rendeva il mio equilibrio molto instabile… così come scrivi tu… nel mio post della ragazza acidella scrivevi che non sei capace di essere acida. A volte la vita ti porterà ad esserlo, io ieri sono stata molto acida con un mio pseudo amico, o uomo che credevo amico… purtroppo a volte per difendersi bisogna esserlo. io odio l’acidità o l’aggrssività infatti poi ci sto molto male… ma quando ci vuole, CI VUOLE!!!🙂 ciao!!!

  16. Jessica ha detto:

    Anto, era proprio questo che intendevo dire: alcune persone meritano la nostra acidità, ma, purtroppo, proprio con quelle, il più delle volte non riusciamo ad esserlo, anzi!
    E, come hai detto tu, quando ci vuole, ci vuole! Forza Anto, passerà anche questa!😉
     

  17. Claudia ha detto:

    per fortuna che nella vita arrivano, di tanto in tanto, i momenti di leggerezza assurda! Perchè ci permettono di tirare il respiro e ritrovare fiducia ed entusiasmo.
    sei davvero incredibile, comunque, hanno ragione tutti!😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...