L’alienazione dentro un cielo stellato!

Hegel parlava di ‘alienazione’. Oggi mi voglio
sentire un po’ così: ne narro anch’io, seppur in maniera differente. Seppur a
modo mio. Mi estraneo dalla realtà, fino a scorgere qualche vecchio pensiero,
qualche vecchio momento.

"Mentre quel cd continua a girare, a rincorrere chissà
cosa per colmare il silenzio di una stanza vuota, gli attimi si fanno strada. Ininterrottamente.
Il passato lo traduco in presente fino a giungere ad un tempo preciso, ad un
giorno preciso, ad una sensazione precisa. Era estate, il caldo che assaliva il
mondo era così cocente che sembrava volesse sopprimerlo, quasi. Erano giorni
difficili, durati così tanto che sembrava assurdo pensare che si fossero
intrappolati, come in una ragnatela, in una sola settimana. Ma, al ritorno,
dopo una partenza che mi aveva indotto distante anni luce dalla mia realtà,  tutto era diverso. Non so di preciso spiegare
in che senso. Era diverso e basta. So che, se anche provassi a raccontarlo, non
raggiungerei l’incommensurabile grandezza di istanti che modellano tutto, come
le mani "pacioccose" di bimbi che giocano con la plastilina. L’abisso
di cose che sono cambiate da allora, non lo so neppure io, ho perso il conto,
ormai.

Ripercorro quel viaggio attraverso le foto che
sostengono le pareti della mia camera. Rivivo quell’estate magica. Quei giorni
di cui temo l’incantesimo si sia smarrito strada facendo.

Non ero più una ragazzina, ma non mi sentivo ancora
nemmeno donna a tutti gli effetti. Vivevo il mondo giorno per giorno, senza
troppi pensieri, senza eccessi di paranoie. Lo vivevo così, come veniva,
catturando gli istanti nel
flash di
una fotografia. Avevo già assaporato, mio malgrado, qualche "tosta"
delusione, avevo imparato ad affrontarle una ad una, a sostenere le mie gambe
nonostante fossero deboli e piene di cicatrici e di sbucciature.

Ritorno a quell’estate, a sguardi curiosi ed
affetto profondo. Incontro strette di cuore e abbracci d’anime. Erano sinceri,
ne sono certa. Erano sinceri e non li dimenticherò mai. Basta poco a renderci
felici, no? Questa soddisfacente emozione l’ho riconosciuta nel disordine di in
un giorno preciso: quello lì, ne sono sicura, è stato il più bello, il più
emozionante, il più sorprendente della mia vita. Cosa c’era? L’essenziale,
l’essenza: quattro stelle di uno stesso cielo. Quattro piccole, luminose stelle
di un medesimo universo. Quelle che nel gergo comune tutti noi definiamo ‘amici’.

Ma, poi, quel volto celeste, piano piano, forse per
desideri altrui, le ha fatte cadere una ad una, allontanare sempre più fino a
creare spazi abissali tra loro, fino a non farle più riconoscere. Senza un
motivo, senza un senso, senza un perché. Fino a concedere loro solo un medesimo
cielo: quello dei ricordi. Quello delle foto sparse tra i pensieri. Gli stessi
che, talvolta, temo non servano proprio a niente. Allora basta. Lasciamo perdere
tutto, evitiamo di rimuginare il passato insistendo con domande a cui le
risposte non si concederanno mai.

Basta."

Ecco, Hegel parlava di ‘alienazione’. Anche io l’ho
fatto, a modo mio. Senza fretta, senza troppi schemi mentali costruiti dalle
circostanze. L’ho fatto e basta. L’ho fatto per ritornare lassù, insieme a
loro, anche se non ci sono più, anche se sono distanti anni luce da me, ormai.

Ma l’ho fatto per riviverli. L’ho fatto per riviverci.

Questa voce è stata pubblicata in Racconti. Contrassegna il permalink.

23 risposte a L’alienazione dentro un cielo stellato!

  1. Carlo ha detto:

    Chi ha fatto bene alla nostra anima, al nostro io, ne avrà sempre merito…anche se non appartiene più alla nostra vita quotidiana..Quel bene che ci ha donato, quell’abbraccio o quel sorriso sincero ci sarà sempre di conforto nei momenti grigi ed il suo ricordo non svanirà mai. Ecco perchè a volte, ma non sempre, estraniarsi dalla realtà e rifugiarsi nei ricordi giova grandemente alla salute.Un Abbraccio da Carlo.

  2. JعK ha detto:

    alienarsi,come giustamente dice qui sotto Carlo,giova alla salute….sono comuqnue esperienze di solitudine,abbracciati solo dai ricordi,dai pensieri,che ci fanno crescere….ci fanno comprendere ed agire in seguito….e poi,abbiamo bisogno di stare un po’ da soli con noi stessi..Ti abbraccio dolce fioreJackY

  3. SARA ha detto:

    ed i ricordi servono proprio a questo…io li ho sempre definiti il mio unico tesoro…il regno in cui a pochi concedo di entrare, perchè miei sono e tali resteranno per sempre….e quando ne ho voglia basta rileggere certe lettere, guardare le foto ed il mio volto si illumina di una luce particolare….la stessa che mi ricorda che la vita non va sprecata e vissuta anche perchè nel mio cuore vi abita, anche se ha cambiato volta…..un bacio stella mia

  4. silvana ha detto:

    Cara Amica,epilogo dell’alienazione è un arricchimentopenso che Tu ci sia riuscita in pieno !!!!!Un bacio

  5. ☆ραℓℓιηα☆ ha detto:

    Hegel…il filosofo più brutto che io abbia mai studiato..con ragionamenti senza capo nè coda…però è vero, è stato lui ad introdurre il concetto di alienazione, che poi filosofi come Feuerbach e Marx hanno cambiato….ora anche tu cambi come loro il concetto di alienazione, lo fai tuo. E’ questa la parte bella, ognuno trasforma un concetto in qualcosa di diverso, in qualcosa di suo. Ed il tuo concetto è davvero bello. Triste in un certo senso, ma bello. C’è una frase che recita: "I sogni sono come le stelle, irragiungibili, ma è bello alzare gli occhi e vederli sempre là"…cambiamola, ed al posto dei sogni, mettiamo i ricordi. I ricordi di amicizie cresciute nell’incertezza di un futuro ancora non ben delineato, amicizie cresciute attraverso risate e lacrime. Amicizie cresciute e svanite così, a volte senza un reale motivo. Quello che rimane però di esse sono foto strappate al veloce scorrere del tempo. Perciò, anche se quelle stelle sono svanite via dal tuo cielo, tu continua a guardarlo, ritagliandone un pezzo dove attaccare quelle foto. Avrai ancora quel cielo, vivo in quelle foto scattate dalla tua mente. Ok..mi scuso se il ragionamento è un po’ contorto, ma quando sono un po’ nervosa scrivo di getto. Comunque Jessica complimenti davvero, hai scritto qualcosa di fantastico..tra te e Marcello c’è da sorprendersi ad ogni vostra parola…brava Jessy..veramente bello!Un bacione…e io faccio sempre il tifo per voi!Bacetti..Pallina…

  6. ilaire ha detto:

    "Vivevo il mondo giorno per giorno, senza troppi pensieri, senza eccessi di paranoie. Lo vivevo così, come veniva, catturando gli istanti nel flash di una fotografia… Cosa c’era? L’essenziale, l’essenza." mi sembrava di leggermi..ci sono tante storie che si somigliano, che ci accomunano, che ci raccontano. :-)il ricordo così vivo dentro di te ti dice che loro non sono poi così lontani…"Può forse una distanza materiale separarci davvero? Se anche solo desideri essere accanto a qualcuno che ami, ci sei già." (Richard Bach)

  7. Principessa ha detto:

    stai accrescendo sempre di più un buon rapporto con il tuo "io" interiore e questo ti farà risplendere anche all’esterno!!

  8. Marcello ha detto:

    Hegel parlava parlava..un pò come tutti i filosofi..mi chiedo se in condizioni diverse,se queste persone avessero avuto altro o di meglio da fare quanto avrebbero poi scritto?Quanto si sarebbero alienati

  9. Alessandro ha detto:

    i ricordi scaldano il cuore, ma non bisogna vivere di ricordi!=)

  10. ♪RAMROCK♫ ha detto:

    Veramente delle belle parole, complimenti e buon week-end, ciao

  11. Carlo ha detto:

    Ahahaha!..Son tornato col piumino a spolverare….le tue parole…Grazie per le lusinghe, ma tu non hai bisogno di far chiarezza tutto risplende già tra le righe…Io sintetizzo il senso, confermando di aver appreso il tuo pensiero.Buon Week end da Carlo.

  12. Danilo ha detto:

    Che brava che sei *_*Che bell’assimilazione che hai fatto di Hegel *_*Non ho parole *_*PS= alienati più spesso allora :p

  13. Carlo ha detto:

    No che non ti prendo in giro…Complimenti ancora…Buon sabato!Da Carlo.

  14. Lara ha detto:

    a tutti capita di rimuginare su cose passate, felici o dolore che siano…è il potere dei ricordi…che ci piaccia o no, prima o poi riaffiorano a volte è davvero difficile tenerli a badama sono parte di noi, del nostro crescere e del nostro vivere…..e sarebbe anche ingiusto sottrarsi ad essi….ti abbraccio e ti auguro un buon inizio settimana-lara-

  15. ELLE DI LUNA ha detto:

    A leggere queste parole non si direbbe ke sei così giovane… Complimenti x quest’ analisi e x lo scritto! Tutti noi penso, ci ritroviamo in queste parole. A volte fa male guardare vecchie foto sbiadite dal tempo, ke ravvivano ricordi ed emozioni, purché siano solo brevi momenti…poi si va avanti e tra vent’anni avremo nuove foto e nuovi ricordi! Buona giornata. LUNA

  16. Bιαи¢αиєνє ha detto:

    Siamo nati in un mondo dove ci aspetta l’alienazione. (Ronald Laing) un saluto bianca

  17. ℓα ρσєтєѕѕα ha detto:

    Scrivi in maniera divina Je :)Grazie ti auguro …bè forse è il caso di dire un buon nuovo giorno tra poche ore :)un bacione

  18. el Zahir ha detto:

    r…"le foto che sostengono le pareti della mia camera". Immagini a reggere mura, ricordi a sostituire realtà…

  19. Bιαи¢αиєνє ha detto:

    ciao tesoro belloti mando un baciobianca

  20. ♪RAMROCK♫ ha detto:

    Grazie per il commento e buon pomeriggio, ciao

  21. JعK ha detto:

    ciao carissima alienata tra le stelle..Passo per un bacino dolcee un abbraccio..Spero che il sorriso splendido che haiti accompagni sempreUn bacioJackY

  22. Bιαи¢αиєνє ha detto:

    fica l’immagine che hai messo …quella dove sei col cappellino rosa!!! Molto Fashion!!!bacino

  23. silvia ha detto:

    anche io certe volte penso che i ricordi non servano a molto. non si torna indietro e non si ritrovano vecchi amici perduti. ma si può sorridere e pensare che il nostro passato, dopotutto, non è stato poi così male. certo è triste pensare che alcune persone e che alcuni momenti siano lontani anni luce, ma abbiamo sempre il presente.ed è quello che è importante per noi ora. alienarci va bene??certo, ma non troppo. ora che lo hai fatto torna alla realtà e cerca di viverla al meglio. ricorda che il cielo da cui sono cadute quelle quattro stelle ne può contenere tantissime altre. beh, un bacio. ciaooooo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...