Ma tu dove sei?

Sarò lì, ogni volta che ne avrai bisogno.

Sarò un pensiero lontano, un ricordo smarrito. Ma non sarò mai troppo distante da non far sentire quanto è forte la mia presenza.

Sarò lì, a leggere in quegli occhi un’emozione che non saprai a chi svelare. Cercherò il consiglio per sconfiggere quel dubbio che t’intralcia il cammino.

Sarò lì, nel silenzio in cui troverai risposte e in quello stesso silenzio ti farò compagnia.

Sarò un abbraccio quando la solitudine ti verrà a trovare.

Sarò una lieve luce quando ci saranno le tenebre a farti paura.

Sarò un errore. Un errore a cui rimediare. Uno di quelli da cui s’impara una lezione.

Sarò una foto già scattata.

Quella lettera mai scritta.

Quella canzone che ancora tu ascolti.

Quella frase mai pronunciata.

Quel sorriso ormai negato.

Quella lacrima nascosta.

Sarò quell’idea che ti sfiora la mente, l’idea che tu scacci e che s’incastra nel cuore.

Sarò un nodo in gola che rimane insieme ai rimpianti che la ragione non permette.

Sarò l’indifferenza che divide, che sottrae da quell’ “insieme” gli istanti non più nostri, fino a moltiplicare il tempo che prolunga quell’assenza.

Sarò un oceano in cui sprofondano i desideri irrealizzabili.

Eppure non mi arrenderò, imparerò a brillare di speranza.

Imparerò rimanendo lì, a coltivarla giorno dopo giorno.

Sarò lì, sempre lì…ogni volta che avrai bisogno.

E se non saprai dove cercarmi, accarezzami in un sogno. Sarò lì.

 

Ma tu, invece, dove sei?

Questa voce è stata pubblicata in A occhi chiusi e cuore aperto. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ma tu dove sei?

  1. Massimiliano ha detto:

    C’è un’unica cosa che non deve essere spiegata, che non deve essere capita, e che soprattutto non ha nemmeno un motivo razionale di esistere. Proprio per questo è la cosa più pura e importante dell’esistenza di ogni persona. Non importa quando o dove la si incontra…. però se si dovesse rendersi conto di averla trovata è un peccato non accoglierla nel proprio cuore e permetterle di dare un senso alla nostra esistenza… potremmo non incontrarla più o semplicemente essere troppo distratti per riconoscerla… o, addirittura, non avere più tempo a nostra disposizione per farlo.
    Sentire senza una vera ragione, quella è la magia delle emozioni… l’irrazionalità avvicina e fa avvicinare le persone, non il bisogno! Far fronte al bisogno è una splendida manifestazione di altruismo… è un “effetto collaterale” non la causa.

  2. molto vere le tue frasi mi ci trovo profondamende sino a spuntarmi le lacrime grazie ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...