Una voce fuori dal coro

[…] E’ assurdo quanto un particolare possa trasformare tutto. Quanto una virgola possa cambiare il significato di una frase, un’espressione essere decisiva tanto da plasmare l’umore. Io confido nei dettagli perché ciò che sembra non è quello che è. Ci vuole solo più tempo per capirlo ma il valore nascosto ripagherà qualsiasi sforzo compiuto.
Inseguo i frammenti di energia che mi librano attorno, aleggiano nell’aria e corrono insieme a me nel verde di questo parco che mi induce a riflettere e, ogni tanto, anche a chiedermi “Ma io che faccio qui?”.
Questo è il mondo del caos, delle discoteche, della fretta. Dei mille perché e zero tentativi di scovare risposte. Delle abbreviazioni, perché il tempo e lo spazio costano caro. Del drink in mano e la sigaretta nell’altra che danno quell’aria da “figo”. Dellegriffe. Dei problemi che si risolvono chiudendo un occhio. Dei reality show, delle minigonne inguinali e del troppo trucco in viso. Dei social network. Dell’esigenza di sentirsi sempre un pizzico avanti agli altri per non rimanere indietro in questa maratona senza vincitori. Di chi vive di notte e dorme di giorno…
Talvolta temo di essere capitata nella generazione sbagliata. Di essere una voce fuori dal coro e risultare anche stonata.
Io sono per “il silenzio ha senso”, per una pizza in compagnia di quattro amici, ma di quelli veri, non quelli che ti concedono l’onore della propria presenza solo se e quando possono. Per quelle risate a crepapelle che la semplicità regala. Per il giorno, perché voglio vederci chiaro e la notte mi sento limitata. Sono per le canzoni che non fanno solo rumore ma narrano una storia. Quelle che ti fanno intrufolare in vite di cui non sapevi l’esistenza e ti sembra che raccontino anche la tua.
E la tua è anche di qualcun altro.
E allora non sei più sola! […]
Tratto da
A un Passo da Te
Questa voce è stata pubblicata in A un passo da te (Jessica Mastroianni & Marcello Affuso), La scatola dei pensieri!. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una voce fuori dal coro

  1. Roberto ® ha detto:

    Molta gente, quando viene colpita da delle frasi su un libro, sottolinea quelle frasi direttamente sulla pagina… Io non lo faccio mai, non mi piace scrivere sui libri. Però, quando capita a me, quelle frasi le ricopio su un’agenda. Ecco, qui ci sono proprio quelle tipiche righe che ne entrerebbero a far parte di diritto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...