Polvere…


Spazzando via la polvere per sistemare e ordinare un po’ il presente, è uscito fuori qualcosa che non rientrava più neppure nella confusione della memoria.

In questi giorni stanno riaprendo le scuole. Dopo chissà quanti anni di “tortura”, a me non toccherà più udire quello stridulo rumore di una campanella che non suona mai puntuale. Mi aspetta un mondo più “grande”. Diverso da quello che ho vissuto finora. Adulto, maturo. Forse sto esagerando a volare così tanto con la fantasia. Forse è tutta follia.

Metto da parte gli ultimi libri che non mi servono più, consegnando ad essi il rancore di cinque anni che m’hanno insegnato tanto. Ma quel “tanto”, in termini quantitativi, corrisponde a poco più del nulla, perché è stato rappresentato da troppo poco, praticamente niente. Un ultimo libro, prima di conservarlo dentro uno scatolone curioso, mi restituisce un attimo di disordine in testa. Come se tutto tornasse ad un tempo. Con l’aiuto di una semplice foto dai colori pacati e dal significato enorme. Una foto che esce fuori, quasi ribelle. Segno indelebile di un frammento di vita che era giusto lascia andare insieme ai ricordi, insieme a ciò che il vento e il tempo portano via, con sé. E a fare tutto ciò sono state quelle pagine riaperte per sbaglio. le pagine di un libro consumato dai segni di quelle giornate passate a studiare insieme, dalla bellezza di quei tempi, lontani anni luce, ormai. Ripercorro qualche passo verso quella direzione ritrovando quegli stessi istanti sparsi a caso nella memoria. Ma poi no,  immergo nuovamente quella foto nel passato che le appartiene e…volto pagina! Non c’è più. È bastato un semplice gesto, poco, così poco che sembra assurdo. Un semplice presupposto. E penso che i migliori debbano ancora arrivare, sono quelli che camminano a braccetto col presente, dirigendosi verso un futuro che solo tramite esso possiamo plasmare…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

37 risposte a Polvere…

  1. Danilo ha detto:

    E penso che i migliori devono ancora arrivare, sono quelli che
    camminano a braccetto col presente, dirigendosi verso un futuro che
    solo tramite esso possiamo plasmare…Belle parole e secondo me hai perfettamente ragione, ci sono arrivato tardi,ma ci sono arrivato finalmente… Un bacio……Danilo…….

  2. Francy ha detto:

    le foto… io anche se le metto via, le ho con me… nella testa… e nel cuore…
    però bisogna vivere nel presente, come dici tu… a braccetto col presente, dirigendosi verso un futuro… "un futuro" hai detto bene…
    bacio e buona giornata anche a te

  3. тєαтιиα ha detto:

    ‘E forse è tutta follia’.Lo penso spesso anch’io, tutt’ora. Ho passato cinque anni della mia vita sperando finissero presto. Ricordo ancora gli scongiuri, le maledizioni che inoltravo al tempo a causa della sua inesorabile lentezza. Ma era tutta finzione oltre la follia. Il Rulezzz in questo caso dice "A sedici anni un anno dura una vita, poi a trenta sei già li". Quanto è vero. L’essere umano è predisposto a maledire il presente e a rimpiangere il passato. Io, lo ammotte, da vile rimpiango il mio passato. Mi sono diplomata l’anno scorso, ma per me questo settembre rievoca ancora la sensazione di frenesia di tornare sui banchi e rivivere il quotidiano da poco trascorso. Rievoca ancora le giornate di pioggia, i felponi col cappuccio, le pozzanghere prese in pieno appena uscita da scuola. Rievoca gli scomodissimi viaggi in autobus, ma le infinite risate e i discorsi fatti tramite bigliettini, perchè la professoressa vedeva e sentiva ogni cosa. Cavoli, mi manca maledettamente tutto ciò! E benchè adesso si sta aprendo per entrambe un nuovo mondo, ti assicuro che non sarà mai all’altezza di quello che abbiamo perso, ormai per sempre.I WANT TO BE FOREVER YOUNG…

  4. Danilo ha detto:

    Che brava che sei Jessica!!!🙂
    Comunque guarda, cancella il passato o mantienilo vivo nel ricordo, ma stai attenta al futuro a quello che ti aspetta, non è tutto rosa e fiori.
    Anche io quando ho chiuso col liceo pensavo di trovare un mondo più maturo, e invece sono qui che non vedo l’ora di chiudere anche questi libri.
    Ma ti voglio abbattere prima di iniziare. E poi tu sei molto in gamba, più di me mi sa!!!
    un bacino

    ..dani..

  5. Danilo ha detto:

    ehmmmmmm…nell’ultima frase "Ma ti voglio abbattere prima di iniziare"…manca un NON…quindi la frase corretta è "Ma NON ti voglio abbattere prima di iniziare".
    Non si sa mai che mi pensi bastardissimo…eheheheh

  6. Domenico ha detto:

    bel post… =)

  7. Giusy ha detto:

    Adesso il commento di una ultraquarantenne. Mi sono resa conto che la mia vita era cambiata il primo giorno di università, fino a quel momento avevo solo goduto dell’idea che la scuola era per me "capitolo chiuso"…ne iniziavo uno tutto nuovo, ma non era un capitolo era un libro nuovo!
    Tutto diverso, diverse responsabilità, diverso modo di vivere, poi per me che cambiavo anche città e andavo a vivere da sola, chi a 18 anni non lo ha sognato!
    Non starò a dirti che rimpiangerai quei momenti, io non l’ho mai fatto, ma sicuramente quando arriverai alla mia età, riguarda quella vecchia foto, sarà dolcissimo e struggente, ricordare anche il prof. di matematica o la prof. di italiano, con il tempo tutto si trasforma!
    Ti bacio, alla prossima.

  8. Roberto ha detto:

    Anche se cambierai pagina, tieniti stretti i tuoi ricordi di liceo. Ora che inizierai un’esperienza nuova ci saranno anche giorni in cui ti mancheranno. Come ha scritto anche danilo prima, non ti voglio scoraggiare prima di iniziare, anzi vorrei darti il consiglio di viverti gli anni all’università nel vero senso della parola: VIVILI. Forse è l’unico modo per poterla apprezzare. Studia e goditi le nuove amicizie che ti farai, senza aspettare come invece ho fatto io

  9. тєαтιиα ha detto:

    In che città andrai?

  10. martinina ha detto:

    Che malinconia…
    sono già 2anni che ho lasciato quel mondo fantastico che è la scuola e a volte mi manca,ma solo a volte.La mia esperienza universitaria molto lontana da casa è infatti cominciata alla grande,ed è ancora così.Adoro questo mondo che mi sono costruita,adoro il treno che mi riporta qui dove ormai c’è tutto quello di cui ho bisogno,eccetto la mamma… =)
    E ti dico di guardare con serenità al futuro,prendendo la vita come viene,vivendo giorno per giorno,senza mai lasciarti scoraggiare dalle cose negative,perchè quelle non mancano MAI,come in tutte le cose del resto!Ma non dimenticare gli anni della tanto odiata seppur amata scuola,perchè costituiscono una parte fondamentale di ognuno di noi,qualunque sia stata la situazione;perchè anche se adesso non ti sembrerà ci hanno insegnato molto,se non tutto…Tutto cambia,tutto scorre e noi dobbiamo accettarlo senza lasciare all’oblio il passato!
    Anche se "col tempo sai tutto se ne va…" riaffiorando talvolta tra la polvere.
    Un bacino cara,e buon inizio in tutti i sensi!

  11. Alessio ha detto:

    Non serve bussare, la porta del mio spaces è sempre aperta =)
    Beh comunque hai ragione, ora le batterie sono cariche per andare avanti, per affrontare il futuro.
     
     

  12. vale ha detto:

    è molto bello quello che hai scritto….anche se credimi rimpiangerai molto quei giorni,dove in fin dei conti eri ancora cullata…il mondo dei "grandi"e ben più difficile,e non lascia spazio agli errori!ma è bello come affronti il futuro…tieniti stretti i ricordi e ancora di più la voglia del futuro!ora cosa farai?

  13. тєαтιиα ha detto:

    Certo, come no!Non credevo fossi calabrese. Non so perchè, ma ero convinta fossi di Roma. Bo… xDE che facoltà hai scelto?

  14. тєαтιиα ha detto:

    Abruzzo, e più precisamente Chieti.Frequento la triennale di lettere moderne, ma la specialistica sarà giornalismo! ^^

  15. тєαтιиα ha detto:

    Si spera. Sarà dura, ma si spera… Il primo ottobre si avvicina… In bocca al lupo, Jessy!😉

  16. Jessica ha detto:

    Che crepi questo lupo!😉

  17. Roberta ha detto:

    ciao piccola grazie del saluto è sempre un piacere!!!!io credo di essere l’unica che non chiude mai con il passato!!io non buttato o tolto foto di mio marito,e conservo nel cuore gioie e dolori dei miei quasi 33 anni,ho sempre scritto diari che rileggo con piacere,pur versando lacrime perchè esce sempre fuori la sfortuna che ho avuto nella vita,ma poi anche se l’amore riempie la vita,io ne devo fare a meno e me la rimpie la mia bambina il lavoro e gli amici…e da quando ho aperto il blog anche voi riempite la mia vita,vado sempre a vedere se mi avete cercata o lasciato commenti,perchè credimi mi fa un piacere enorme…a parte i deficenti che purtroppo sono ovunque e lasciano cazzate tipo una faccia di un diavolo che metteva paura con scritto IL MALE è PASSATO QUI!!!o altri che si prendono il contatto e si masturbano in web….a proposito lasciami il contatto ..io non ho la web tranquilla ahahahah un bacio amica mia ….e che la tua nuova vita abbia un inizio meraviglioso e prosegua sempre su quella strada…

  18. Jerry ha detto:

    …confermo…i migliori devono ancora arrivare…nel frattempo…goditi quello che hai…che non è poco…;)

  19. La Quarta Strada ha detto:

    Beh, io quei 5 anni li ricordo ancora con tanta nostalgia.
    In fondo, mi sono divertito!
    Bye
    Ricky

  20. Carla ha detto:

    Non so se la scuola superiore, in cinque anni ci dia insegnamenti fondamentali. Quel che è certo è che si cresce ugualmente in mezzo agli altri, con esperienze belle e brutte e soprattutto ricordi. E poi si prosegue, giorno dopo giorno ad accumulare istanti e pensieri. Momenti belli ce ne saranno sempre  e l’esperienza aiuta a riconoscerli e a gioirne. Un abbraccio

  21. Silvya ha detto:

    Anche a me dispiace mettere da parte quei libri..I miei dizionari.La mia vita in un certo senso.Però posso dirti che nonostante in cinque anni mi sia impegnata durante,non devo le mie conoscenze ai professori,ma solo a me stessa.E non perchè loro non siano stati capaci,ma perchè non sono il ricordo migliore dei miei 5 anni..questo è sicuro!Inizia una nuova vita,per me per te..per molti.In bocca  a lupo.
    Grazie per gli auguri!

  22. Silvya ha detto:

    impegnata duarmente ..non durante..scusa😄

  23. Alessandra ha detto:

    Metticela tutta e creati un futuro all’altezza di te! dei tuoi sogni e delle tue aspettative! con tanta pazienza si tagliano i traguardi più inattesi e se a volte sembrano così lontani non abbatterti perchè l’attesa ti farà assaporare l’arrivo con un entusiamo indescrivibile! Vanne fiera di quei cinque anni in un liceo che ha saputo apprezzare ben poco di te… vanne fiera perchè hai dato comunque il meglio! ricordi quel messaggio che t ho inviato la mattina prima che tu iniziassi i tanto temuti esami???beh c’era scritto "UN VOTO NON DICE CHI SEI O QUANTO VALI"! Ecco te lo ridico, perchè sono le esperienze a costruirti e ad identificarti non uno stupido voto… i risultati da raggiungere nella vita son altri! Quelli si che ti segnano e ti aiutano… ma uno stupido numero non potrà mai rappresentare te stessa!   E questo tu lo sai…sono le tue qualità a dire chi sei: il tuo entusiasmo, la tua tenacia, la tua forza… inizia una nuova vita che ti porterà un pò lontano dalle tue importanti abitudini! ma sta tranquilla che non scappano…sono sempre lì…sotto quei colori che accompagnano le nostre giornate…quei colori che dipingono "Le scalinate più allegre che avessi mai visto"…sono lì,sopra quel mondo, su quei giardini che quotidianamente ci ha viste insieme e continuerà a farlo non appena i maledetti esami concederanno tregua… Perciò non mi resta che farti i migliori auguri per una nuova "vita":autonoma,responsabile,carica di aspettative positive e ricca di felicità…in bocca al lupo!!!

  24. Guido ha detto:

    …un altro quarantenne passa a leggerti con molto piacere e con l’esperienza sia di ex studente pronto per partire per nuove esperienze che come attuale insegnante proprio di quelle giovani vite speranzose di un futuro che possa donare "possibilità di realizzazione". Il mio sguardo è colmo di tenerezza da una parte (la speranza mi fa questo effetto.. che ce posso fà!??) e di preoccupazione dall’altra perchè mi rendo conto che la fine delle scuole non è che, talvolta, l’inizio di difficoltà, di dure lotte, di speranze che si affievoliscono….. Però leggendo le tue ultime righe non posso che drti che la testa c’è ed è "forte"….. non posso che augurarti che questi anni che ti porteranno a braccetto per la tua vita e via siano davvero plasmanti…..
    Un sorriso sincero
    Guido

  25. Cà.. ha detto:

    sei stata veramente dolce:-)
    non ho le parole opportune per lasciarti un pensierino a quello che hai scritto..ma un animo profondo come te capirà..mi dispiace che mi hai "conosciuto" in questo momento.
    Ciao un bacio
    Cà.

  26. Marcello ha detto:

    chissà quali sono realmente è migliori nostri anni..ti cito una frase che mi è piaciuta  e spero ti faccia rifletter.."Il giorno più bello della mia vita?Quello in cui sono nato,perchè è da allora che ho cominciato a passare bei giorni" bacino

  27. cristina ha detto:

    ..di sicuro dalle superiori all’università, passa di mezzo un’abisso..un’epoca della tua vita si chiude e un’altra si apre davanti a te..secondo me ti piacerà! in bocca al lupo!!

  28. Jessica ha detto:

    Crepi Crì…e grazie!😉
    Grazie a tutti!

  29. Domenico ha detto:

    Alla fine del liceo anche io la vedevo come te. Purtroppo i miei passi successivi mi hanno portato a rimpiangere quei tempi, spero che a te non succeda… In bocca al lupo per il mondo più grande🙂

  30. Alfredo ha detto:

    E’ curioso…oggi mi è successa una cosa simile. Ti fai coraggio e metti in ordine, ma un frammento ti riapre ferite che credevi chiuse. E il tempo si ferma. Odio mettere in ordine…PS mi trovo perfettamente in sintonia con Domenico. Forse sono in quell’età che si rimpiange "i bei tempi andati"….sarà la vecchiaia, più si allontana il passato più il ricordo appare dolce

  31. Roberta ha detto:

    tesora uffa non riesco ad aggiungerti!!!!!!!prova tu Roby.mar1975@hotmail.it baci tesorina

  32. Stephan ha detto:

    Ciao Jessica……..
    eccomi per dirti che ho accettato la tua rikiesta x lista amici……
    e son venuto x dare una sbircaitina più accurata……
    Bene da ciò ke leggo hai finito gli studi e sei pronta per affrontare la vita lavorativa…beh che dirti?? in culo alla balena…che tu possa trovare un impiego o una professione che ti permetta di vivere una vita dignitosa e che ti permetta di uscira la mattina col sorriso che non è poko🙂
     
    X quanto riguarda i ricordi son solo frammenti …  a volte portano nostalgia a volte altro…ma solo ricordi…….io essendo più grande di te…ne ho molti di più….e diciamo ke leggendo il tuo blog….essendo tu giovanissima…un pò di nostalgia dei tempi andati me l’hai fatta venire hihihih……ma chi prima comincia prima finisce …è una ruota🙂
     
    non mi rimane che augurarti una splendida serata ciao ciao a presto…….
     

  33. тєαтιиα ha detto:

    No, Jèèèèèèèèèèèè! Ma che sbianco! xDSarò la tua più fiera sostenitrice però!😉

  34. Anto ha detto:

    ciao carissima… be per me il primo anno dell’università è stato molto simile a quello delle superiori, forse perchè con il cambio dell’ordinamento, ti obbligavano a studiare in un modo simile a quello delle superiori, ma poi con il passare del tempo, quando se i tu a dover gestire i tempi e i modi, e tutta un’altra cosa. Vedrai, quei quaderni ti saranno utili per ricordare la strada che hai fatto per arrivare findove sei, ma la strada futura che ti si prospetta è un volo verso la ricerca di te, e spero che questo volo sia bellissimo!!! bacionissimi!!! ciao!!!

  35. Francy ha detto:

    suonare il piano? magari!!! quello era il piano del mio ex… mi dava lezioni…. ahahahah
    belli i tuoi pensieri sull’amore, ma anche i tuoi pensieri in generale…
    e poi dicono che noi ragazzi d’oggi pensiamo solo a divertirci!!!!
    bacio

  36. Francy ha detto:

    grazie… la storia va avanti e procede, lentamente per impegni e casini miei e suoi… ma procede!
    la cosa bella è che non devo inventare parole e situazioni… forse per questo voi sentite respirare i personaggi, perchè essi respirano veramente
    bacio

  37. Principessa ha detto:

    Vai incontro ad un futuro che accumulerà ai ricordi altri ricordi…e sarà bello… nuovi "bassi" e nuovi "alti"… si cresce, si matura, si cambia rimanendo in fondo sempre gli stessi…. ma ti assicuro che un giorno lontano da qui "lo stridulo rumore della campanella" ti mancherà……

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...